CONFERIMENTO DEGLI ATTESTATI DI CITTADINANZA ONORARIA E DI BENEMERENZA

Pubblicata il 11/04/2019

CONFERIMENTO DEGLI ATTESTATI
DI CITTADINANZA ONORARIA E DI BENEMERENZA 

Sabato 30 marzo 2019 presso la Sala Consiliare del Comune di Monselice si è tenuta la cerimonia di consegna delle cittadinanze onorarie e delle benemerenze attribuite a uomini e donne che si sono positivamente distinti in ambito sociale, morale, lavorativo. L'evento, presentato da Fabio Gemo, si è svolto alla presenza del sindaco Francesco Lunghi, del presidente del Consiglio Comunale Romano Gelsi e di alcuni rappresentanti dell'Amministrazione e del Consiglio Comunale.
La cerimonia è stata allietata da intrattenimenti musicali eseguiti da Fantasy Ensamble - Banda Città di Monselice - M° Bardi Roberto al Clarinetto Rango, M° Leonardo al Flauto e M° Cominato Marcello al Fagotto.
Sono stati nove i cittadini premiati dall'Amministrazione Comunale con i seguenti riconoscimenti conferiti dal Consiglio Comunale in data 30 gennaio e 14 marzo 2019:
Cittadinanza onoraria 
Antonello Belluco 
Norberto Gallo
Attestato di benemerenza 
Lina Bonello
Francesco vanzetto
Circolo di volontariato "Anziani la Rocca Auser"
Al Gruppo informale "Lasciateci Restaurare"
Attestato di benemerenza per la valorizzazione della donna
Roberta Rocelli
Daniela Babetto
Franca Cascadan
Veruska Garbin

Di seguito si riporta il testo dell'attestato e alcuni discorsi di ringraziamenti da parte dei premiati:
 
Al regista Antonello Belluco
nato a Padova nel 1956
Belluco è un regista e sceneggiatore a livello nazionale. Dal 1975 inizia a lavorare per la Rai come programmista-regista per un periodo di quasi cinque anni. Dopo alcuni cortometraggi, inizia la collaborazione con l'Open Film di Milano diventando regista interno. Esordisce a teatro con il Musical The Music Wall (liberamente tratto dalle musiche dei Pink Floyd) (2002). Subito dopo un'altra importante opera Il Risorto, musical che verrà scelto per la Giornata mondiale della gioventù di Madrid (2011). Nel 2006 gira Antonio guerriero di Dio basato sulla vita di Sant'Antonio da Padova, ottenendo ampi consensi anche all'estero. Dopo Il Giorgione (2010) film per la TV scrive, produce e dirige Il segreto di Italia con Romina Power (2014). Ha scritto la sceneggiatura di Rosso Istria sulla storia di Norma Cossetto e diretto il film Sulle mie spalle (2019). Ha collaborato con l'Assessorato alla cultura nella realizzazione di molte iniziative scegliendo spesso Monselice quale location per le sue regie, in particolare per il film Knight e quello sulla figura di San Leopoldo Mandich Sulle mie spalle girato - in parte - sul Monte Ricco. Per tali motivazioni il Consiglio Comunale ritiene di conferirgli la cittadinanza onoraria.

Belluco: "Sono orgoglioso di questo riconoscimento, anche perché il mio nonno paterno era di Monselice. Ho sempre avuto il desiderio di avvicinarmi a questa città per motivi di affetto e per la sua bellezza. C'è sempre stata inoltre grande collaborazione con l'Amministrazione. Portare una troupe su un set non è facile, è importante quando una città è disposta ad aiutarti. Le ultime riprese le ho fatte nel giugno dell'anno scorso a ridosso del monte Ricco, dove abbiamo costruito le trincee della Prima Guerra Mondiale per questo film che sto ultimando. In Antonio guerriero di Dio ho raccontato la storia di Sant'Antonio: ancora oggi ricevo ringraziamenti da tutto il mondo ed è bello portare un messaggio oltre i nostri confini. Stavolta ho girato il film in inglese - poi lo adatterò anche in italiano - raccontando una storia vera, quella di un uomo che è entrato nella Prima Guerra Mondiale, e ha avuto una vita importante e difficile. All'interno di queste vite c'è padre Leopoldo, colui che nel suo pensiero ha inserito religione, filosofia e storia. Anche in questo film c'è un pezzo di Monselice che verrà fatto conoscere. Vi ringrazio e devo dire che in questi dieci anni l'Amministrazione, al di là del colore politico, si è mostrata disponibile". 

 
A Norberto Gallo, nato a Monselice il 22 gennaio 1954
residente ad Arqua Petrarca
Da oltre 40 anni segue il rinomato ristorante "La Torre" di Monselice, conosciuto e apprezzato locale che porta valore e prestigio alla Città. Il suo impegno e la sua passione per la cucina, le materie prime locali, hanno ottenuto preziosi riconoscimenti nelle più note guide gastonomiche italiane. La sua cucina, anno dopo anno, ha saputo ricavarsi uno spazio di grande prestigio nel panorama della provincia e dell'intero territorio regionale. Allo stesso tempo Norberto con le sue proposte di eccellenza ha saputo coniugare in modo indelebile il suo ristorante con l'identità più stretta del Centro storico monselicense. Tant'è che "La Torre" è diventata la meta irrinunciabile degli appassionati della cucina di qualità e attenta alle specificità del nostro territorio. Un traguardo costruito con passione, lavoro e tanta dedizione. Sicuramente se la nostra città si è fatta conoscere e apprezzare in un panorama più ampio, un forte merito va anche a Norberto Gallo e al suo ristorante che con la sua cucina ha saputo 'nobilitare' - in modo convincente - il territorio euganeo. Per tali motivazioni il Consiglio Comunale ritiene di conferirgli la cittadinanza onoraria.

Gallo: "Ringrazio perchè è anche stata una scommessa quando siamo partiti noi: non ci credeva nessuno perchè erano anni difficili per la ristorazione. É un piacere quando nel nostro ristorante arrivano turisti e visitatori: consiglio sempre loro di ammirare la Rocca e il Castello quando escono fuori. C'è un abbinamento eccellente tra la nostra cucina e il centro storico. Un grande riconoscimento va anche ai miei collaboratori e a mia moglie che mi hanno supportato in questi quarant'anni".
 
A Lina Bonello 
nata ad Arquà Petrarca il 17.12.1922
La signora Lina Bonello ha da poco compiuto 96 anni. Dal 1980 ha operato attivamente nell'associazionismo monselicense organizzando e gestendo con grande impegno, dedizione, disponibilità e amore iniziative aggregative e ricreative - in collaborazione con l'Ammnistrazione Comunale - a favore dei propri concittadini adulti e anziani. Ha contribuito alla nascita del Centro per il Tempo Libero 'La Ginestra' che tuttora frequenta e alla realizzazione per più di 10 anni dei Laboratori Intergenerazionali entrando con altri anziani nelle scuole per trasferire ai bambini tradizioni e la cultura del nostro territorio. Per tali motivazioni il Consiglio Comunale ritiene di conferirgli l'attestato di Benemerenza.

La signora Bonello, emozionata, ha ringraziato per il riconoscimento conferitole.
 
A Francesco Vanzetto
Giovane atleta monselicense di 13 anni frequentante The English International School di Padova, si è distinto nella stagione sportiva 2017-2018 nella disciplina MMA (Mixer Martial Arts), ottenendo il primo posto prima ai campionati interregionali e poi ai campionati italiani assoluti di Rimini. Grazie a questi risultati ha ricevuto la convocazione di diritto nella squadra nazionale laureandosi campione del mondo di MMA Light-Arti Marziali Miste, Campionato del Mondo svoltosi ad Odessa, Ucraina, dal 31 maggio al 4 giugno 2018. Per tali motivazioni il Consiglio Comunale ritiene di conferirgli l'attestato di Benemerenza.

Discorso Vanzetto: "Sono molto emozionato e orgoglioso di aver rappresentato l'Italia all'estero. Ringrazio la mia famiglia, il presidente e il maestro che mi hanno sempre sostenuto".
 
Al Circolo di volontariato "Anziani la Rocca Auser"
L'associazione "Anziani la Rocca" è operante nel territorio dal 1989 distinguendosi nella realizzazione di attività culturali, sociali e ricreative di vario tipo. Tra le molte iniziative segnaliamo: la gestione del Parco Buzzacarini, del museo San Paolo e dei Giardini di via 28 aprile 1945. Tra le opere sociali ricordiamo: l'aiuto, anche materiale, fornito alle popolazioni interessate dalla guerra in Bosnia Herzegovina; le donazioni di sussidi e beni di sostentamento alla Casa di riposo, a "Casa Amica", alla mensa dei poveri di San Giacomo e alle famiglie in disagio economico italiane e staniere. Da apprezzare anche le numerose iniziative culturali realizzate dall'associazione come ad esempio le tante mostre collettive di pittura, scultura e corsi di pirografica. Infine davvero prezioso è stato il servizio di sorveglianza alle scuole per garantire l'incolumità dei bambini. Per questi motivi il consiglio comunale di Monselice attribuisce l'attestato di benemerenza al circolo "Anziani la Rocca" e in particolare al suo presidente Piergiorgio Bonato per l'encomiabile attività svolta con passione e onestà intellettuale nell'organizzazione di eventi che hanno costituito importanti occasioni di crescita culturale e sociale per la comunità cittadina. Il Circolo Auser ha saputo - con solarità e grande sensibilità - creare tante opportunità a favore di tanti cittadini e in particolare per quelli della terza età. Un esempio per tutte le associazioni di volontariato. Per tali motivazioni il Consiglio Comunale ritiene di conferirgli l'attestato di Benemerenza.

Discorso Bonato: "Quello che ho portato avanti nella mia città l'ho fatto con passione. Ringrazio l'amministrazione perchè non mi aspettavo questo riconoscimento: io le cose le porto avanti nel mio spirito e nel mio modo di pensare. 
Ho cominciato da molto giovane a seguire i problemi e gli interessi di tutti i cittadini e ciò dovrebbe essere un esempio per tutte le altre associazioni. Nella nostra terra e città siamo tutti uguali, indipendentemente dal colore della pelle o dalle idee differenti, e l'unico augurio che mi sento di fare è che entro il 2030 si corra verso questa direzione.
Ringrazio i miei collaboratori dell'Auser per il grande impegno che hanno avuto per questa città e in particolare ringrazio l'amministrazione comunale, il sindaco e tutti i consiglieri comunali della mia città.
Abbiamo collaborato moltissimo in questi 10 anni con l'Amministrazione qui presente, soprattutto nel sostegno delle famiglie bisognose: ambito che mi sta molto a cuore".


In segno di gratitudine a tutti i ventiquattro volontari: Anselmi Enrico, Baldo Domenico, Baraldo Stefano, Barison Luigi, Berton Marinella, Biondi Franco, Bissacco Laura, Cabrelle Alfredo, Camozza Adriana, Canceschi Paolo, Crema Tersilla, Dalla Bona Elena, Donato Eros, Ferrarese Primo, Gelsetti Dismo, Gemo Franco, Martini Beppino, Miazzi Rino, Moretto Franco, Quintavalle Lorenzo, Raisa Roberto, Sciarra Sergio, Veronese Neolia, Zanetti Saverio è stata consegnata una copia del libro "Perigrinando tra vie Vecchie e Nuove" di Roberto Valandro 
 
Al Gruppo informale "Lasciateci Restaurare"
"Lasciateci Restaurare" è un gruppo di cittadini sorto tre anni fa, con l'obiettivo di realizzare manutenzioni e riparazioni di beni pubblici seguendo la massima kennediana: "Ask not what your country can do for you; ask what you can do for your country" (Traduzione "Non chiederti cosa può fare il tuo paese per te, ma chiediti cosa puoi fare tu per Monselice". Attualmente è composto da Maurizio Guglielmo, Valter Bertazzo, Graziano Griguolo, Maurizio De Marco, Doriano Brunello, Sergio Bonantini, Domenico Travaglia, Nicola Lubertacci e Carla Montelatici. Il sodalizio si è formato spontaneamente dall'esigenza di riparare e rendere funzionante una fontana situata presso la stazione ferroviaria di Monselice. Grazie ad un paziente lavoro di restauro, oltre a renderla funzionante col suo zampillo d'acqua, hanno sistemato e abbellito anche il piccolo giardino che la circondava. Successivamente hanno svolto altri lavori in collaborazione con l'assessorato al Verde pubblico. 
Per il loro impegno civico che costituisce un esempio per tutti i concittadini e per quanti hanno a cuore gli interessi pubblici, il consiglio comunale conferisce al gruppo spontaneo "Lasciateci Restaurare" l'attestato di benemerenza affinché le loro iniziative siano da esempio per tutta la popolazione.

Discorso Nicola Lubertacci: "Questo gruppo è nato quasi per scherzo, si è consolidato e oggi è diventato un punto di riferimento per Monselice. Dove non può l'ente pubblico, possono i privati: noi allora abbiamo deciso di autofinanziarci. Al nostro interno ognuno ha messo a disposizione le proprie competenze in modo disinteressato per rendere la città più bella: pensiamo che questo sia un esempio da seguire in ogni ambito".
 
BENEMERENZE PER LA VALORIZZAZIONE DELLA DONNA
Il Consiglio Comunale ha istituito la commissione Pari opportunità nell'intento di contribuire all'effettiva attuazione dei principi di uguaglianza e di parità tra i cittadini sanciti dall'art. 3 della Costituzione, promuove e realizza tra le altre attività anche il conferimento di attestati di benemerenza a quanti si prodigano per la promozione e valorizzazione della donna, in tutti i suoi aspetti. L'iniziativa - che consiste nel rilascio di un attestato con relativa motivazione vuole essere un riconoscimento culturale e sociale rivolto alle donne, imprese, enti, associazioni, che:
- promuovono azioni e servizi di conciliazione famiglia/lavoro e politiche di sviluppo delle donne in posizioni apicali;
- assumono donne anche in condizione di svantaggio;
- rappresentino un esempio per il lavoro e l'orgoglio femminile
La commissione pari opportunità è costituita dalle seguenti persone: Presidente Barbara Soloni Consigliere comunale, Valerio Callegaro, Francesca Fama, Francesca Barusco, Franco Tasinato e Fabio Piccolo.

 
A ROBERTA ROCELLI
monselicense, è laureata in lettere ed in seguito si è specializzata nel settore del Fundraising (semplificando, una particolare tipologia di "raccolta fondi" che non ha scopi di lucro e che opera nel sociale attraverso le organizzazioni così dette no-profit. Si tratta quindi di attività che mirano ad aiutare il sociale o l'ambiente). Si è formata presso le principali organizzazioni italiane che si occupano di questo settore e ha lavorato con varie realtà del territorio. Dal 2013 collabora con il Festival Biblico e dallo scorso anno è stata nominata direttore. Il Festival Biblico è un luogo di Incontro e confronto tra credenti e non credenti, laici e religiosi, cattolici e persone che professano altre religioni. Si tiene in 5 città del Veneto: Padova, Vicenza, Verona, Trento, Rovigo. É molto conosciuta a Monselice e nel territorio perché da sempre è impegnata e attiva in varie associazioni di volontariato cattolico e non.

Discorso Roccelli: "Ringrazio la vostra capacità di osservare i cittadini anche quando non lavorano qui, perché essi rappresentano la vostra città tanto quanto il Consiglio e le Istituzioni comunali.
Monselice è il confine e l'inizio della Bassa Padovana, non si capisce mai a che territorio appartenga ed è bello perchè il concetto di confine ti permette ogni volta di restaurare un'identità, di rigenerarti, di ricrearti ogni volta, di essere qualcosa di nuovo. E io sento che essere di Monselice è sempre una scommessa. In maniera solida ho deciso di esercitare il mio essere femminile in questa professione (direttore, manager) utilizzando gentilezza e studiando sodo, non dovendo dimostrare di essere altro se non una donna in grado di esplorare ed esprimere la maternità, che è una questione di testa e non solo di corpo".

 
A DANIELA BABETTO
imprenditrice monselicense nel settore della grafica, ha saputo nel corso dei decenni dare un'impronta femminile alla sua azienda, svolgendo al contempo un lavoro importante con associazioni del territorio, in particolare con la Pro Loco, nella quale assume un ruolo di estrema rilevanza. 
Persona disponibile, collaborativa e sensibile, grande lavoratrice, rispettosa degli altri ma determinata nel raggiungere gli obiettivi prefissati. Titolare della Graficompos via Negrelli 22 Monselice

Discorso Babetto: "Sono onorata. Ringrazio anche la mia famiglia che mi supporta e mi sopporta. Condivido con tutte le donne della Pro Loco e del mio laboratorio, che sono indispensabili, questo riconoscimento".
 
A VERUSKA GARBIN
dotata di notevoli capacità imprenditoriali, con una carica immensa di ottimismo ed entusiasmo, anche di fronte alle difficoltà più gravi è riuscita a realizzare delle soluzioni positive. Gentilezza, cortesia, un sorriso che non manca mai, rispetto per il cliente sono il segreto del suo successo, ben cosciente che il valore di un'impresa è dato innanzitutto dall'insieme dei valori umani che si trasmettono. Titolare della pasticceria "Verusca e Ale" situata in via Costa Calcinara, è riuscita a potenziare l'attività artigianale nel suo laboratorio dimostrando uno spiccato senso imprenditoriale. 

Discorso Garbin: "Sono orgogliosa e contenta, non mi aspettavo questo riconoscimento. Grazie a tutti".
 
FRANCA CASCADAN
titolare della F Bambole Franca, è stata una delle prime donne imprenditrici di successo del nostro territorio a gestire una realtà industriale e artigianale che ha promosso e incentivato il lavoro femminile a Monselice. Ha saputo valorizzare le qualità femminili quali sensibilità, pazienza, precisione, creatività, doti indispensabili per il successo della sua attività. Con la sua azienda ha fatto conoscere Monselice a livello nazionale e anche oltralpe

Discorso Cascadan: "Ringrazio tutti, a partire dal sindaco e dal consiglio comunale, non mi aspettavo questo riconoscimento".

A tutti i premiati è stato consegnato, quale omaggio, una copia del libro di Roberto Valandro "Monselice nei secoli"

La cerimonia si è conclusa con un autorevole intervento della dottoressa Julia di Campo dal titolo: "Donne e uomini: scelte di studio, lavoro e tempi di vita" introdotta dalla Presidente Barbara Soloni che ha brevemente relazionato sull'operato della Commissione Pari Opportunità: "Negli ultimi anni, grazie anche al budget e alla disponibilità dell'Amministrazione Comunale, abbiamo organizzato e patrocinato incontri ed eventi, promosso iniziative ben riuscite, aderito a Campagne di sensibilizzazione instaurando una rete di collaborazione con Associazioni del territorio, Istituti scolastici, il Centro Veneto Progetti Donna di Padova, l'Arma dei Carabinieri. Ci siamo dedicati ad ogni progetto ed obbiettivo con entusiasmo e determinazione consapevoli che il ruolo della Commissione stessa risulta in continua evoluzione. Dati i temi trattati altamente delicati e complessi siamo coscienti che tutti i cambiamenti sociali iniziano anche da piccole proposte, che è indispensabile mantenere l'attenzione costante, perché perseverando si ottiene il cambiamento. Siamo orgogliosi di aver suggerito ed elaborato il Regolamento dell'Assegnazione delle Benemerenze avanzate dalla stessa Commissione, che oggi sono state consegnate per la prima volta. Concludo ringraziando tutti i componenti dell'attuale Commissione per l'apporto e collaborazione ricevuta, l'Amministrazione Comunale per aver supportato le nostre scelte, tutte le Associazioni con le quali abbiamo collaborato e un doveroso ringraziamento anche alle dipendenti degli Uffici Area Servizi alla Persona del Comune di Monselice per l'indispensabile cooperazione"

La cerimonia ha rappresentato un momento importante per la comunità di Monselice. I cittadini premiati sono stati ben felici di ricevere il riconoscimento e l'auspicio è che cittadinanze onorarie e benemerenze in futuro continuino a essere numerose come quest'anno.

Nel file PDF allegato, il comunicato stampa completo con le foto dei Benemeriti

Galleria fotografica Cerimonia

Streaming Cerimonia

 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato comunicato stampa cerimonia benemerenze.pdf 2.39 MB


Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto