Sollecito richiesta usufrutto o comodato trentennale gratuito compendio immobiliare ex ospedale di Monselice

Pubblicata il 09/05/2019

Sollecito richiesta concessione in usufrutto o in comodato trentennale gratuito del compendio immobiliare non utilizzato dell'ex ospedale di Monselice.


Al Presidente della Regione del Veneto
Luca Zaia

All'Assessore Regionale alla Sanità e alla Programmazione Socio-Sanitaria
Manuela Lanzarin

Al Presidente della Quinta Commissione Consiliare Regionale
Fabrizio Boron

Al Dirigente Direzione Edilizia Ospedaliera e Finalità Collettive
Antonio Canini

Ai Consiglieri della Regione Veneto

Al Direttore Generale dell'Azienda ULSS 6
Domenico Scibetta


In data 17 giugno 2016 è stata inviata alle SS.VV. una richiesta per la concessione in comodato gratuito del compendio immobiliare e delle pertinenze ex ospedale di Monselice per l'utilizzo degli spazi non utilizzati, previa acquisizione di uno studio di fattibilità.
Nel dicembre 2014 i due monoblocchi dell'ospedale vecchio sono stati dismessi con la contestuale apertura del nuovo Ospedale Riuniti Padova Sud "Madre Teresa". Tali spazi sono chiusi ormai da cinque anni con un iniziale degrado della struttura.
Quale Amministrazione abbiamo presentato vari progetti-suggerimenti per l'utilizzo della struttura, tutti respinti, in particolare:
  • si era individuato, con la direzione dell'ex ULSS 17, un monoblocco per istituire un polo universitario: laurea in scienze infermieristiche e altre lauree triennali e nell'altro monoblocco l'ipotesi di creare una casa dello studente. La laurea in scienze infermieristiche è stata trasferita dalla struttura Cinque Dita all'interno del nuovo ospedale, togliendo così spazi per sale studio e studi medici.
  • non è stato autorizzato il progetto di creare un centro cottura a servizio del Centro Servizi per Anziani e per tutti gli Istituti scolastici;
  • alla luce del grave degrado della clinica pediatrica di Padova e della previsione di un periodo molto lungo per trovare una soluzione, in data 18 maggio 2016 il Comune di Monselice ha proposto di trasferire, solo per il periodo necessario alla costruzione di un nuovo ospedale pediatrico a Padova, il dipartimento materno infantile dell'Azienda Ospedaliera quale Chidren Hospital nella struttura nell'ex ospedale di Monselice.

Tale proposta era motivata in quanto Padova si doveva dotare di un ospedale nuovo e che nel frattempo la struttura di Monselice poteva essere utilizzata rapidamente entro pochi mesi e con costi molto contenuti, inoltre avrebbe consentito spazi adeguati non solo per la parte sanitaria ma anche per le famiglie dei piccoli pazienti, aule scolastiche, biblioteca, sale giochi, ampio parcheggio esistente e parco verde. Ad oggi ancora risulta che l'ospedale pediatrico è in sofferenza e per la costruzione del nuovo ospedale non ci sono ancora date certe, infatti, durante l'audizione della Quinta Commissione per le schede ospedaliere, alla quale ero presente, il Sindaco di Padova ha parlato di un tempo di realizzo del nuovo ospedale di almeno dieci anni.

Questo momentaneo trasferimento della struttura pediatrica potrebbe ancora oggi essere preso in considerazione da chi ha il potere di farlo quale servizio per la comunità. La politica non può infatti essere un mero sistema di potere ma deve necessariamente essere un sistema al servizio del cittadino, e pertanto il ruolo del politico non può lasciare strutture inadeguate e non cogliere un'opportunità di miglioramento del sistema sanitario eccellenza del Veneto.

Tenuto conto:
  • della Legge Regionale 8 agosto 2014 n. 23 "Norme in materia di beni di proprietà delle Azienda Unità Locali Socio Sanitarie (ULSS)" che prevede la possibilità di costituzione a titolo gratuito dell'usufrutto di beni mobili e immobili di proprietà di Aziende ULSS a favore di Comuni territorialmente competenti per l'erogazione di servizi socio-assistenziali;
  • della delibera di Giunta Comunale n. 97 del 17/06/2016 "Atto di indirizzo per lo sviluppo di funzioni sociosanitarie-assistenziali"
si sollecita la risposta alla richiesta
di concessione in usufrutto o in comodato trentennale gratuito
del compendio immobiliare e delle relative pertinenze
ex ospedale di Monselice
per utilizzo socio-assistenziali.

Con la speranza che tale richiesta venga accolta anche nell'ottica di una rigenerazione urbana e non lasciare strutture degradate al centro del Paese.
 
IL SINDACO, Dr. Francesco Lunghi


 


Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto