LA DELEGAZIONE DELL'ASCOM CONFCOMMERCIO RICEVUTA IN MUNICIPIO DAL NUOVO SINDACO DI MONSELICE, GIORGIA BEDIN

Pubblicata il 28/06/2019

Dal Sito della Confcommercio - ASCOM Padova del 27/06/2019


Rivitalizzazione del centro storico, interventi sulla fiscalità locale, parcheggi e nuova viabilità, distretto del commercio e rivalorizzazione del mercato settimanale: hanno affrontato un po' tutti i temi sul tappeto i rappresentanti dell'Ascom Confcommercio ricevuti questa mattina a Palazzo Tortorini dal nuovo sindaco di Monselice, Giorgia Bedin.
A comporre la delegazione accolta in municipio dall'assessore al commercio, Stefano Peraro, la presidente mandamentale della Confcommercio monselicense, Mirta Fiocco; il direttore generale dell'Ascom, Otello Vendramin ed il responsabile della sezione territoriale Mirco Pedrotta.
"Abbiamo trovato piena rispondenza e grande attenzione da parte del sindaco - ha commentato la presidente Fiocco - e ci ha fatto particolarmente piacere constatare che le questioni da noi sollevate erano non solo all'attenzione ma anche perfettamente condivise dalla prima cittadina".
Che i commercianti e, più in generale, gli operatori del terziario non siano stati contenti, nel recente passato, del progressivo depauperamento del centro cittadino a tutto vantaggio della grande distribuzione insediatasi in circonvallazione Cristoforo Colombo, non è un mistero per nessuno, così come è un problema sentito la carenza di parcheggi soprattutto nelle vicinanze degli esercizi commerciali.
"L'avvio del distretto del commercio - ha specificato il direttore generale Vendramin - dovrà offrire a Monselice, città dalle grandi prospettive anche turistiche, l'occasione per un salto di qualità che il sindaco Bedin ha dichiarato di condividere".
Così come dallo stesso sindaco è emersa la volontà di rimettere mano alla questione mercato, un tema che non angustia solo gli ambulanti.
"In verità - ha precisato la presidente Fiocco - il progressivo scadimento del mercato settimanale ha finito per far diminuire le presenze di chi, a Monselice, veniva dai centri limitrofi col risultato di far flettere anche gli introiti dei negozi in sede fissa e dei bar".
"Al sindaco - ha concluso la presidente Fiocco registrando l'assenso senza riserve della prima cittadina - non faremo mancare il nostro contributo di idee, certi che l'amministrazione saprà far tesoro della nostra esperienza e del nostro amore per una città che chiede solo di spiccare il volo".

 


 


Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto